torpedo silat

Si tratta indubbiamente di uno stile minore, conosciuto solo da pochi esperti ed appassionati. Esso appartiene, purtroppo, agli stili in via d’estinzione. 

Il riferimento alla scossa elettrica data dalla torpedine si comprende meglio quando si subisce il colpo doppio, eseguito di solito col mezzo pugno in due gangli nervosi. 

L’obiettivo è creare una sorta di corto circuito nel sistema nervoso dell’avversario. 

Secondo alcuni si tratta, proprio per questo motivo, di un sistema pericolosissimo di cui, in tempo di pace, non è possibile provare e convalidare quanto viene trasmesso dalla tradizione. Lo scopo ultimo e palese è la morte di chi subisce un simile attacco simultaneo. 

Colpire allo stesso tempo in due zone diverse ma strettamente correlate l’una all’altra è impresa difficile ed impegnativa, quindi si devono apprendere metodi, per eludere le difese dell’avversario al fine di scoprire non uno ma ben due bersagli sensibili. 

L’esperto del Torpedo Silat ricerca i suoi bersagli, facendo riferimento ad una mappa ideale impressa nella mente. 

Persino nella zona d’origine tale stile è sconosciuto ai più. 

Esistono forme d’allenamento a solo chiamati come al solito Jurus e simboli geometrici al fine di memorizzare la mappa dei bersagli sensibili.

Corso di formazione: 3 domeniche

© 2014 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito internet gratisWebnode